Il Collegium Musicum  è nato a Bari nel 1992 e ha ormai conquistato un ruolo di primo piano tra le realtà musicali italiane degli ultimi anni. Lo testimonia la collaborazione di solisti di indiscusso prestigio –Sonia Bergamasco, Giuliano Carmignola, Mario Caroli, Aldo Ciccolini, Michael Czerny, Adriana Damato, Micaela Esdra, Emilia Fadini, Amelia Felle, Bernarda Fink, Sergio Fiorentino, Fabrizio Gifuni, Mauro Maur, Susanna Mildonian, Maurizio Micheli, Michele Mirabella, Moni Ovadia, Elio Pandolfi, Angelo Persichilli, Quirino Principe, Gigi Proietti, Victoria Schneider, Andrea Snarski, Daniela Uccello , Elizabeth Wilson , con alcuni dei quali vi è ormai un rapporto privilegiato. Nel corso della sua attività, il Collegium Musicum ha affrontato un repertorio ricco di opere note ma ancor più ricco di brani di rara esecuzione : “Il convitato di pietra” di Giacomo Tritto, ”Le donne vendicate” di Niccolò Piccinni, “Zaide” di W.Amadeus Mozart, “Pierrot Lunaire” e “Ode a Napoleone Bonaparte” di Arnold Schoenberg, “Tabula rasa” di Arvo Pãrt, la Serenata per archi di Pëtr Il'ic Ciajkovskij, il Concerto grosso per archi e pianoforte obbligato di Ernst Bloch, “Das Lied von der Erde” di Gustav Mahler nella trascrizione per orchestra da camera di Arnold Schoenberg, L'histoire du soldat di Igor Stravinskij, “Medea-Cave of the heart” di Samuel Barber, ”Les Mariés sde la Tour Eiffel” di Jean Cocteau con musiche di Auric/Honegger/Milhaud/Poulenc/Tailleferre, la sinfonia n.4 in sol maggiore di Gustav Mahler nella trascrizione per orchestra da camera di Erwin Stein, fino alla recente esecuzione della Zaide di Wolfgang Amadeus Mozart nella ricostruzione di Italo Calvino, con Moni Ovadia voce recitante. Il complesso riserva inoltre una particolare attenzione ad assolute novità, affiancando a composizioni commissionate ad autori italiani, veri e propri ‘eventi’ – tra gli altri la prima esecuzione italiana di “El amor brujo” di Manuel de Falla nella versione originale del 1915 con Mirabella, la prima nazionale di “Der Bürger als Edelmann” di Richard Strauss con Gigi Proietti e la prima italiana de “La tragédie de Salomè”di Florent Schmitt - alla ricerca di una nuova forma di incontro tra la musica e i suoi fruitori che ha riscontrato il favore di una critica attenta e di un pubblico sempre più numeroso e partecipe. E, se da un lato si consolida il rapporto privilegiato con importanti istituzioni culturali della città di Bari - prima fra tutte l'Università degli Studi -, sempre più frequenti sono le presenze del Collegium Musicum in altre città italiane (Napoli - Teatrino di Corte del palazzo Reale, Roma - Oratorio del Gonfalone, Napoli - Teatro Mercadante e Chiesa dei Santi Marcellino e Festo, Ascoli Piceno - Teatro Ventidio Basso, Cosenza - Teatro Rendano, Caserta - Settembre al borgo, Teatro della Torre, Carpi – Teatro Comunale, Catanzaro – Nuovo Auditorium, Benevento – Teatro Comunale) oltre che sul Canale 5 della Filodiffusione e sulla rete radiofonica nazionale RAI Radiotre, che, nell’ambito del ciclo “I Concerti del Quirinale”, trasmessi in diretta euroradio che hanno avuto avuto luogo nella Cappella Paolina alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (nel 2007 e nel 2014). Il Collegium Musicum ha realizzato la registrazione su CD dell'opera di Niccolò Piccinni Le donne vendicate (Bongiovanni - prima registrazione assoluta), di Das Lied von der Erde di Mahler/Schoenberg e di composizioni sacre di autori pugliesi del Settecento.

Quirino Principe - Il Sole 24 ore -
“Miracolo autentico è stato accorgersi che, chiudendo gli occhi e ascoltando il
Collegium Musicum di Bari, si sarebbe avuta l’impressione di ascoltare i solisti dei
Wiener Philarmoniker”.

Paolo Isotta – Corriere della sera –
I “Notturni” di Haydn per il Re nasone virtuoso di uno strumento rarissimo
“Il Teatro di Corte napoletano è stato luogo di un meraviglioso concerto domenicale
diretto con perizia e raffinatezza da Rino Marrone alla testa del barese Collegium
Musicum”

Quirino Principe – Il Sole 24 Ore -
“Il Collegium Musicum, luminosa realtà musicale della Puglia, del sud Italia e della
nazione”