<<indietro

Sono altresì da rimarcare, sempre nell’ambito della sua direzione artistica, le collaborazioni dell’Orchestra Sinfonica di Bari con il Festival dei due Mondi di Spoleto (“Barbiere di Siviglia” di Giovanni Paisiello), il Teatro Sperimentale di Spoleto (“Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizzetti e  “Il telefono” di Giancarlo Menotti), il Teatro Petruzzelli (per diverse stagioni liriche); le trasferte a Bergen, Charleston,  Vicenza; il “Corso per giovani direttori d’orchestra“ tenuto da FRANCO FERRARA; i cicli “Donne in Musica”, ”Settembre-Musica-Giovani” (rassegna di giovani direttori d’orchestra, solisti e compositori italiani), “Incontri con l’orchestra” (concerti per gli studenti: “Il barocco in musica”–“Il periodo classico-romantico”–“Il novecento”), “Tra jazz e musica sinfonica” (con l’intervento di Giorgio Gaslini, Irene Oliver, Misha Mengelberg, Han Bennink, Pino Minafra e Michele Lomuto), “Il Pianoforte e l’orchestra” (“Lo stile classico”-“Il romanticismo tedesco”–“Il primo novecento”); “Nino Rota compositore del nostro tempo” (sette concerti sinfonici e due da camera, una  mostra documentaria, un incontro di studi e la proiezione di sette films con musiche di Nino Rota).
Riconoscimenti alla sua direzione artistico-stabile sono venuti, oltre che dalla critica musicale nazionale, anche dalla Commissione Centrale della Musica del Ministero dello Spettacolo, che reputò le programmazioni tra le migliori di tutte le Istituzioni Concertistico Orchestrali, determinando un notevole incremento alla sovvenzione ministeriale  (da £ 360.000.000 a £ 1.872.808.970).
Tra i concerti che ha diretto, in molte e significative manifestazioni,  sono da evidenziare: l’esecuzione, nella Basilica di San Nicola di Bari, della cantata op.42 di Benjamin Britten “Saint Nicolas”, con il Jesus College Chorus di Cambridge ed il tenore Laurence Dalle; la “Serata-Satie”con Leopoldo Mastelloni e il GranTeatrino di Paolo Comentale; le musiche di scena nella versione originale dell’”Arlesienne” di Georges Bizet con l’intervento, per la parte recitata, di Piera Degli Esposti e Pino Micol; il concerto per il bicentenario della nascita di Gioacchino Rossini,con l’esecuzione delle musiche di scena per “Edipo Coloneo”; “Das Lied von der Erde” di Gustav Mahler (in collaborazione con l’Università di Bari).
Dal 1993 al 1994 è stato direttore artistico di due edizioni del “Festival-Castello”: “Anniversari della musica” (Boccherini, Monteverdi, Grieg, Ciaikovski, Rakhmaninov) e “Salotto letterario” (con la partecipazione di Raffaele Nigro, Luciano Canfora,Giuseppe Farese, Giovanni Dotoli e Giosuè Musca).
Dal 1999 al 2000 è stato direttore artistico del “Festival Duni” :“Notturni”(poesia e musica), “Dialoghi a distanza” (E.Romualdo Duni, Raffaele Gervasio), “Omaggio a Kurt Weill”, ”Cinema dolce dolce musica: dagli anni trenta a Nino Rota“  e dirigendo di Egidio Romualdo Duni “L’Isola dei pazzi” e “Il pittore innamorato della sua modella” con la regia di Michele Mirabella.
Dal 1995 è  direttore musicale del Collegium Musicum, orchestra da camera  che ha conquistato un ruolo di primo piano tra le realtà musicali italiane degli ultimi anni, riconoscimento sottolineato anche dalla critica musicale italiana. Il Collegium Musicum   collabora stabilmente con solisti di chiara fama quali: Aldo Ciccolini, Giuliano Carmignola, Mario Caroli, Michael Czerny, Micaela Esdra, Emilia Fadini, Amelia Felle, Bernarda Fink, Sergio Fiorentino, Maurizio Micheli, Michele Mirabella, Moni Ovadia, Elio Pandolfi, Gigi Proietti. Il suo repertorio è ricco di opere note (Ciaikovski, Dvorak, Respighi, Mozart), ma ancor più ricco di brani di rara esecuzione (Mahler, Bloch, Schoenberg, Copland, Piccinni, Walton, Mercadante, Barber, Stravinski, Casavola, Satie, Tritto, Strauss, Part, Martinù e Gubaidulina). Alcune composizioni sono state eseguite in prima nazionale (“La tragédie de Salomè” di Florent Schmitt ,”El amor brujo” di Manuel de Falla nelle versioni originali), altre espressamente commissionate dal Collegium Musicum, in prima esecuzione assoluta (Michele Dall’Ongaro, Giovanni Scaramuzza, Paolo Rotili, Bruno Moretti, Nicola Scardicchio, Nicola Locritani, Andrea Marena, Teresa Procaccini, Ottavio De Lillo).
Sono sempre più frequenti le presenze del Collegium Musicum in altre città italiane (Roma -Oratorio del Gonfalone, Napoli – Università degli Studi e Teatro Mercadante, Ascoli Piceno – Teatro Ventidio Basso, Carpi – Teatro Comunale, Cosenza -Teatro Rendano, Caserta – Settembre al borgo/Teatro della Torre, Benevento e Catanzaro - Università degli Studi) oltre che sul Canale 5 della Filodiffusione e sulla rete radiofonica nazionale  Rai Radiotre,  che, nell’ambito del ciclo “I concerti del Quirinale”, ha trasmesso il 4 marzo 2007 in diretta euroradio il concerto che ha avuto luogo nella Cappella Paolina alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Rino Marrone è docente di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio “N.Piccinni di Bari ed è stato componente della commissione nazionale a Padova per il concorso a cattedra della stessa materia.